Rinnovare l’arredamento?

E’ una domanda alla quale un po’ di tempo fa’ insieme alla mia famiglia abbiamo risposto di si.
A breve dovro’ cambiare appartamento, perche’ terminando il contratto termina anche la pace, ma si sa’ bene che ogni qualvolta si verifica un trasloco la maggior parte delle volte l’arredamento presente viene portato da una casa all’altra ma capita, per chi se lo puo’ permettere di cambiare ogni volta.

Come dicevo tempo fa’ abbiamo deciso di rinnovare la cucina, allora ci siamo messi alla ricerca di qualcosa che rispecchiasse i gusti e le esigenze di mia madre, ma a Policoro di negozi specializzati e che offrono un buon rapporto qualita’ prezzo per l’arredamento e’ davvero difficile.
Ad ogni modo dopo varie peripezie e visite abbiamo trovato quello che faceva a caso nostro, una cucina componibile stile “misto” in quanto ha mobili dal design non troppo moderno, ma con il forno alto (questo era il “capriccio” di mia madre che diceva sempre: “quando cambiero’ l’arredamento della cucina, voglio il forno alto!”) e con esso anche tutti gli ultimi elettrodomestici di diffusione come piano cottura, lavastoviglie, frigo con freezer e cappa ultra potente.

Ora a distanza di un po’ di tempo da tale acquisto ho notato che nonostante avessimo pagato, la fattura e/o lo scontrino per l’acquisto non ci e’ mai stato fatto perche’ tale venditore l’avrebbe emessa piu’ in la’ in quanto questo sistema avrebbe fatto si di avere la garanzia piu’ lunga del normale, che in effetti fa riferimento alla data dello scontrino fiscale.

Alla fine dei conti, rinnovare l’arredamento puo’ far vivere meglio la propria casa, e quindi se si puo’ rinnovate pure non solo l’arredamento, ma anche il proprio guardaroba e chi piu’ ne ha, piu’ ne metta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *